Operatività del SISTRI

Operatività del SISTRI

Con l’approvazione del Decreto Legge “Milleproroghe”, che ora passerà al Senato per la definitiva approvazione, la Camera dei Deputati ha accettato un emendamento riguardante il Sistri.
E’ stato infatti confermato l’avvio del sistema di tracciabilità per i produttori di rifiuti speciali pericolosi, a partire dal 3 marzo 2014. Viene rimandato al 31 dicembre 2014 l’applicazione del regime sanzionatorio.
Nel caso in cui il Decreto Legge sia approvato dal Senato, è previsto un periodo transitorio cosiddetto “a doppio binario” fino ad agosto, con possibilità di proroga fino a dicembre. Durante il periodo indicato, oltre all’uso del sistema di tracciabilità, continueranno ad essere obbligatori (e sanzionabili) gli adempimenti attualmente in vigore (registri di carico/scarico dei rifiuti, formulari, etc.).
Si informa inoltre che il Ministero dell’Ambiente starebbe varando un decreto che esonererebbe dall’obbligo del Sistri le mini-aziende agricole e le imprese artigiane con meno di 10 dipendenti, stabilendo inoltre alcune semplificazioni per le aziende soggette (eliminazione delle chiavette usb, etc.).
Non sono invece previste novità in merito al pagamento del contributo Sistri 2014, che scadrà il 30 aprile.
Ricordiamo infine che vige l’obbligo (per le imprese soggette) di effettuare entro il 30 aprile la dichiarazione MUD (Modello Unico di Dichiarazione relativa ai rifiuti prodotti nel corso del 2013).
Siamo a disposizione per offrirvi assistenza tecnica in merito agli adempimenti.

 

Scarica la scheda di Iscrizione al Seminario