Censimento Amianto

Censimento Amianto

La Regione Lombardia, in attuazione alla Legge Regionale n. 17/2003 (recentemente modificata dalla L.R. n. 14/2012), ha avviato il censimento di tutte le fonti di amianto, obbligando i proprietari a comunicare la presenza di amianto (attività produttive, attività commerciali, abitazioni private, aree dismesse, ecc.).
Aderire al censimento è un adempimento necessario per i proprietari di immobili, i gestori dell’attività, gli amministratori di condominio o gli aventi titolo, i quali devono notificare alla ASL la presenza di amianto in strutture o luoghi, indicando se nel proprio edificio/abitazione siano presenti strutture o manufatti di amianto o che contengano amianto.
Si rileva inoltre che il proprietario di strutture contenenti amianto è responsabile del suo stato di conservazione: è perciò importante che verifichi l’indice di degrado utilizzando le indicazioni della Regione Lombardia (DDGS del 18/11/2008 n. 13237). La valutazione ha un significato operativo ed è utile al fine di indirizzare le conseguenti azioni di monitoraggio e/o di bonifica che sono a carico del proprietario dell’immobile e/o del responsabile dell’attività.
La L.R. n. 14/2012 ha introdotto la sanzione amministrativa da € 100 a € 1.500 per i soggetti proprietari pubblici e privati che non effettuano il censimento.
Gli interessati hanno tempo fino al 30 gennaio 2013 per provvedere alla comunicazione senza incorrere nelle sanzioni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.